Condizionatori, qualche consiglio prima dell’arrivo del caldo

Ci ricordiamo tutti le temperature raggiunte la scorsa estate e anche se non vediamo l’ora che il sole torni a scaldarci, non possiamo dimenticare quell’afa. condizionatori

Per fortuna ci sono i condizionatori a rendere il caldo sopportabile!

In questo articolo vogliamo darvi qualche consiglio, sia per chi ha già provveduto ad installare dei condizionatori e non ha idea di come funzioni la manutenzione, che per chi è stanco di soffrire il caldo estivo e questa volta vuole correre ai ripari comprandone uno.

La temperatura ideale, per quanto riguarda la salute, è di 6-7°C in meno rispetto alla temperatura esterna, mentre per ridurre i consumi l’ideale sarebbe restare sui 25°C, più la temperatura è alta e minori sono i consumi.

Per quanto riguarda la manutenzione, trattandosi di impianti domestici, i condizionatori non richiedono una grande manutenzione, se non per quanto riguarda la pulizia dei filtri (QUI potete trovare l’articolo dedicato) e consigliamo di far controllare il gas refrigerante ogni anno, da un professionista ovviamente.

L’importante è evitare il ristagno di acqua dove i batteri potrebbero proliferare.

Ci sono diverse tipologie di prodotto presenti sul mercato, ad esempio ci sono gli Spilt fissi che hanno il compressore esterno e l’apparecchio interno a parete. Possono esserci modelli che rinfrescano e altri dotati di una pompa di calore utili anche a riscaldare gli ambienti durante l’inverno. I modelli più nuovi e moderni sono dotati di sistema inverter che mantiene stabile la temperatura tenendo bassi anche i consumi e quindi i costi contenuti.

I modelli Multi split invece, hanno un compressore esterno e più elementi interni. L’installazione è più complicata ma si possono stabilire temperature differenti per i vari ambienti.

I costi di questi prodotti possono variare, partendo dai modelli low cost che costano dai 500/600 euro (ma in questi casi bisogna fare attenzione ai consumi) fino ai 1.800 euro, ovviamente i costi di installazione e manutenzione sono a parte.

Per un uso corretto di questi prodotti che ci permettono di affrontare più serenamente l’estate, consigliamo di riparare l’elemento esterno dalla luce diretta del sole, di tenere chiuse le porte e le finestre degli ambienti quando sono accesi, per evitare le dispersioni ed i consumi, ma soprattutto di evitare una temperatura molto più bassa di quella esterna, sia per una questione di consumi che per la salute.

Ultimo consiglio: quando il caldo arriva, non improvvisatevi installatori, affidatevi ad un professionista.