Impianto di rivelazione incendi, come è fatto?

Vi siete mai chiesti come è fatto un impianto di rivelazione incendi? Per curiosità personale o perché magari avete bisogno di installarne uno?

In realtà è molto semplice da spiegare, esiste un rivelatore che può essere automatico o manuale, che si accorge dell’incendio e invia un segnale ad una centrale di controllo che interviene.

Ovviamente ci sono diverse tipologie di rivelatori, ad esempio il rivelatore d’incendio è il componente del sistema che contiene un sensore che sorveglia e fornisce un segnale alla centrale di controllo. Come abbiamo già detto, ci sono diverse tipologie di rivelatori, si classificano in base al fenomeno chimico-fisico rilevato, ovvero: rivelatore di calore, rivelatore di fumo, di gas, di fiamme (sensibile alla radiazione emessa dalle fiamme) e poi ci sono i rivelatori multi-criterio che sono sensibili a più fenomeni.

La centrale di controllo invece, è il componente che riceve il segnale dai rilevatori e determina se il segnale corrisponde alla condizione di allarme per poi indicarla con diversi mezzi (sonori, spegnimento incendi, luminosi, telefonici). La centrale di controllo ha anche il ruolo di monitorare costantemente il funzionamento degli apparecchi. Quando la centrale di controllo determina una situazione di pericolo, lancia un allarme attraverso i dispositivi di allarme incendio, composti principalmente da sirene, pannelli ottico-acustici, campane etc. Esistono anche punti di segnalazione manuale in modo da avere la possibilità di segnalare tempestivamente ogni principio di incendio anche con l’intervento manuale nel caso in cui l’incendio sia rivelato dall’uomo.

Una volta partito l’allarme l’intervento può essere, anche in questo caso di due tipi, ossia automatico, quindi tramite l’azionamento di impianti di spegnimento automatico oppure manuale, attraverso l’utilizzo di idranti, estintori o l’intervento specializzato del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco.

Volendo entrare nel dettaglio, un impianto di rivelazione automatica è composto, secondo le normative vigenti (UNI 9795):

  • Rilevatori d’incendio;
  • Centrale di controllo e segnalazione;
  • Dispositivi d’allarme;
  • Punti di segnalazione manuale.

Ovviamente tutto viene progettato e adattato in base al contesto di inserimento.

Se volete maggiori informazioni contattateci via mail a info@digitimesrl.it o telefonicamente al numero +39 051 6244112