Lo spot pubblicitario immaginato – la domotica

Vi abbiamo presentato il magico mondo degli spot pubblicitari immaginati, vi abbiamo spiegato che per accedere a questo mondo serve solo la vostra immaginazione. domotica

Negli ultimi mesi abbiamo raccontato diverse storie provenienti da questo mondo, e sono ancora tante quelle da raccontare.

Come sempre vi chiediamo di rilassarvi e di immaginare con noi questo piccolo spot pubblicitario che, al momento, esiste solo nel magico mondo degli spot pubblicitari, nella nostra testa, e quando avrete finito di leggere questa storia, esisterà anche nella vostra.

Immaginate una casa, una bella casa, al mattino.

Suona la sveglia e la famiglia (composta da 4 persone: genitori e due figli) in maniera caotica e rumorosa si organizza per cominciare la giornata in fretta e furia.

La famiglia chiassosa e disordinata lascia l’abitazione in pochissimo tempo, la porta si chiude dietro di loro piombando la casa in un silenzio assordante.

Nella scena successiva la bella casa è deserta, silenziosa, illuminata solo dalla luce del giorno.

Immaginiamo di girare tra le varie stanze, tutto è completamente immobile, un po’ in disordine, ma la casa è talmente tanto bella che anche il disordine le sta bene.

Mentre giriamo ammaliati dalla bellezza di ciò che ci circonda la nostra attenzione viene attirata da uno spettacolo di luci che rimbalzano dalla cucina alla lavanderia e viceversa.

Sono la lavatrice e la lavastoviglie che stanno chiaramente dialogando tra loro, ovviamente noi non capiamo il loro lingua…ah no, ecco che appaiono i sottotitoli sulla loro conversazione che è la seguente:

Lavatrice: Ehi Laviglia, sei ancora arrabbiata?

Lavastoviglie: No no.

Lavatrice: Allora perché ti accendi e spegni con fare nervoso solo per buttare fuori del vapore?

Lavastoviglie: Senti Tric, non ho nessuna voglia di discutere con te oggi! Ho un sacco di cose da fare! 

Lavatrice: Laviglia, non è che ti sei ingelosita perché ieri ho passato del tempo con Sciughy?

Lavastoviglie: Quello che fai tra un lavaggio e l’altro non mi interessa!

Asciugatrice: Ehi, non mettetemi in mezzo! Voi siete fuori di testa e non voglio essere coinvolta!

La conversazione procede, ma i sottotitoli vengono censurati perché dopo l’intervento di Sciughy l’asciugatrice, la discussione diventa animata e…un po’ volgarotta.

L’inquadratura si allontana lentamente dai tre protagonisti, ritorniamo a vedere la casa nel suo insieme, continuiamo a percepire la tensione della discussione per via delle lucine dei personaggi che si accendono e spengono freneticamente.

Adesso è il momento del messaggio, del cuore dello spot pubblicitario immaginato.

Una voce femminile, pacata, calma e rassicurante, ci dice “I vostri elettrodomestici hanno un cuore, dei sentimenti! Potrebbero perdere il controllo da un momento all’altro. Un buon impianto di domotica potrebbe assicurarvi di avere sempre voi il controllo della vostra casa. A voi la scelta”

Buio! Ora abbiamo davanti solo uno schermo nero e il silenzio.

Riappare la voce di prima che ci dice “Scherzo, tranquilli, questa cosa non succederà, o almeno non subito, magari fra una manciata di anni…ma i vostri elettrodomestici vi vogliono sicuramente bene!”

In chiusura appare la scritta:

DigiTime, da anni impegnati nella ricerca di nuove tecnologie, contattaci per avere più informazioni sulla domotica www.digitimesrl.it