Direttiva Macchine, le responsabilità degli amministratori di condominio

Sempre più spesso ci occupiamo di installare cancelli motorizzati, l’automazione di un cancello presuppone, da parte nostra, una particolare assunzione di responsabilità dell’intera opera, rilasciando una dichiarazione di conformità. Direttiva macchine

Abbiamo una serie di obblighi da rispettare, in base alla “Direttiva Macchine”, ci occupiamo di effettuare un’analisi completa dei rischi, al fine di progettare correttamente la macchina. Eseguiamo l’installazione seguendo dettagliatamente le istruzioni di assemblaggio fornite dai produttori, per ciascun componente. Prepariamo il fascicolo tecnico contenente una raccolta di documenti costituenti una specie di carta d’identità della chiusura motorizzata, con relativo manuale di utilizzo. Le normative sono molto articolate, nelle ultime righe abbiamo cercato di riassumere quelle che sono le principali azioni di cui ci occupiamo.

Oltre alle responsabilità per noi installatori, di fondamentale importanza sono anche le responsabilità dell’Amministratore di Condominio.

La più recente Direttiva Macchine 2006/41/CE stabilisce che i cancelli automatici sono da considerare delle vere e proprie macchine, devono quindi rispettare degli standard di sicurezza. Ovviamente vale per gli impianti di nuova installazione, ma anche quelli già esistenti devono essere messi a norma.

La Riforma del Condominio legge 11/12/2012 n°220, attribuisce la responsabilità della corretta installazione dei cancelli automatici all’Amministratore di Condominio o sui singoli Condomini.

Noi installatori, per legge, siamo tenuti a rilasciare un fascicolo tecnico, composto da una serie di documenti, che attesti la sicurezza del cancello, necessario a garantire la sicurezza dell’automazione e a tutelare chi la utilizza. Per i cancelli automatici vige inoltre l’obbligo di verifica annuale per il corretto funzionamento della macchina.

La figura dell’Amministratore di condominio ha assunto sempre più responsabilità e doveri nel corso del tempo, si occupa di sicurezza antincendio, sicurezza impianti e installazioni, sicurezza del condominio come luogo di lavoro e di recente anche della sicurezza dei cancelli automatici, sia per quanto riguarda l’installazione, sia per la manutenzione dell’impianto. I principali obblighi sono:

  1. Farsi rilasciare la documentazione completa e conservarla per dieci anni;
  2. Richiedere l’adeguamento alla nuova normativa;
  3. Richiedere la manutenzione annuale (richiesta per legge).

 
In caso di abitazione privata e/o azienda, la responsabilità ricade sull’installatore, a meno che non sia presente un Responsabile Tecnico che possiede le competenze per organizzare la corretta installazione e le relativa manutenzione periodica.